Sonett-Archiv

Normale Version: Quella che gli animal’ del mondo atterra
Sie sehen gerade eine vereinfachte Darstellung unserer Inhalte. Normale Ansicht mit richtiger Formatierung.
E VII

Quella che gli animal’ del mondo atterra
et nel primo principio gli rimena,
percosse il cavalier del qual e piena
ogni contrada che ‘l mar cinge et serra.

Ma questo e un basilico che diserra
gli occi feroci a porger morte et pena,
tal che gia mai ne lancia ne catena
porian far salvo chi con lui s’afferra.

Un sol remedio a il suo sguardo nocivo:
di specchi armarsi, a cio ch’egli sfaville
et torne quasi a la fontana il rivo;

mirando se, conven che si destille
quella sua rabbia: al modo ch’io ne scrivo
fia assicurata questa et l’altre ville.
Referenz-URLs