Sonett-Archiv

Normale Version: Nel tempo, lasso, de la notte, quando
Sie sehen gerade eine vereinfachte Darstellung unserer Inhalte. Normale Ansicht mit richtiger Formatierung.
E XIX

Nel tempo, lasso, de la notte, quando
prendon riposo i miseri mortali
de la fatiche loro, e gli animali
similemente tutti riposando,

io misero mi sento lacrimando
con piu pensieri e raddoppiarsi i mali,
e duolme piu che son meco immortali,
sempre piu lieta vita piu sperando.

E pur cosi da l’uno a l’altro sole,
credendomi fornir l’aspro viaggio,
sen fugge il tempo, ed io corro a la morte.

Quanti dolci anni, lasso, perduto aggio,
quanto desio per infelice sorte!
E questo e ‘l rimembrar che piu mi dole.
Referenz-URLs